CORSI

LAVORO

03/11/2020

Intervista a Leandro, allievo del percorso Garanzia Giovani per Tecnico Amministrativo Contabile

Continuano le interviste ai nostri ex allievi: oggi tocca a Leandro di Treviso!

La scorsa settimana abbiamo avuto il piacere di parlare con Giada, una delle allieve del corso Garanzia Giovani per Tecnico Amministrativo Contabile, organizzato dalla sede di Treviso e svoltosi in modalità mista, tra lezioni in presenza e online. Della stessa classe ha fatto parte anche Leandro, il protagonista dell'intervista di oggi. A differenza di Giada (puoi leggere qui la sua intervista https://magazine.enacveneto.it/case-history-giada), Leandro non aveva mai affrontato argomenti riguardanti le materie del corso, ma questo non gli ha impedito di affrontare molto bene la prova dello stage in azienda e di scoprire che le mansioni e i compiti che gli vengono affidati ogni giorno lo vedono preparato e partecipe!
Ciao, sono Leandro, ho 24 anni e ho partecipato al progetto per Tecnico Amministrativo Contabile finanziato da Garanzia Giovani. Ciao Leandro! Come sei venuto a conoscenza dei progetti Garanzia Giovani? Grazie alle iniziative della Città dei Mestieri e delle Professioni di Lancenigo (TV) che diffondono tramite newsletter tutti i progetti di politica attiva finanziati da Regione Veneto. Che impressioni hai avuto della proposta formativa di ENAC Veneto per tecnici amministrativi contabili? Molto buone: fin da subito ho capito chiaramente i dettagli e gli obiettivi del percorso di formazione anche se l’argomento era completamente nuovo per me. Quando ti sei iscritto alle selezioni, quali erano le tue preoccupazioni? Temevo di non riuscire a stare al passo con il corso perché non avevo nessuna conoscenza riguardo alle competenze proprie di un tecnico amministrativo contabile, ma gli operatori dell’Ente mi hanno rassicurato sul fatto che non sarebbe stato un problema. Così mi sono iscritto senza particolari preoccupazioni. Come ti sei trovato nelle aule ENAC Veneto? Docenti, tutor e operatori sono stati all’altezza delle tue aspettative? Nell’aula dove ho frequentato le lezioni mi sono trovato bene, non era molto ampia, ma si è rivelata adatta e ben attrezzata. I docenti mi sono sembrati competenti e sempre disponibili a chiarire ogni mio dubbio. Anche gli operatori e la mia tutor sono stati molto presenti e disponibili e grazie a loro mi sono sentito a mio agio e mi sono ambientato in fretta. La mia tutor, inoltre, mi ha affiancato egregiamente anche durante il mio tirocinio in azienda. Durante la formazione c’è stato il lockdown e le lezioni in classe si sono interrotte. Come hai vissuto questo momento? Purtroppo, come è successo per tutti, non è stato un bel momento. Le lezioni si sono interrotte quasi al termine del corso ed è stato un po' triste non poter tornare in aula per completare la formazione e salutare e ringraziare di persona i docenti e gli operatori. Come hai valutato la proposta di concludere la formazione online attraverso la modalità FAD (formazione a distanza)? È stata un’ottima idea perché dopotutto non mancavano moltissime ore al termine della formazione e sarebbe stato scomodo sospendere il corso per diversi mesi e, di conseguenza, rimandare il tirocinio. Grazie alla FAD ho potuto terminare il corso in poco tempo per poi attivare il tirocinio. Secondo la tua esperienza, è più efficace una formazione in presenza o in FAD? Ritengo che la formazione in presenza sia più efficace perché ha favorito il dialogo e il confronto tra docenti e compagni di corso, nonché il lavoro di gruppo e l’osservazione del linguaggio del corpo soprattutto durante le simulazioni dei colloqui di lavoro. La FAD è stata comunque utile perché ha permesso di completare il corso e le lezioni in videochiamata sono state chiare ed efficaci, ma sono mancati appunto gli aspetti che solo la formazione in presenza può garantire. Alla fine della formazione, con la ripresa delle attività nelle aziende del territorio, hai potuto iniziare lo stage (finalmente!). Com’è stato l’inserimento in azienda nel primo periodo? Mi sono inserito in azienda con facilità, grazie all’accoglienza e alla disponibilità dei colleghi che mi hanno dato il tempo di ambientarmi e approcciarmi al lavoro con gradualità e serietà. Ad oggi stai continuando la tua formazione in azienda, con un prolungamento dello stage. Ti aspettavi questa possibilità? Che cosa punti ad imparare durante questo tirocinio? Sì, sapevo che ci sarebbe stata la possibilità di prolungare lo stage perché l’azienda in cui sto facendo il tirocinio mi aveva messo al corrente che due mesi sono pochi per apprendere e mettere in pratica le mansioni principali. Pertanto, dopo il mio inserimento, che è andato a buon fine, l’azienda stava già valutando la proroga prima della scadenza del tirocinio. Grazie allo stage sto apprendendo e praticando molto perché sono finalmente entrato nel mondo del lavoro. Voglio migliorare non solo le conoscenze di amministrazione e contabilità, ma anche le mie competenze sociali, ovvero la convivenza e la collaborazione con i colleghi, farmi carico delle mie responsabilità lavorative, svolgere al meglio i miei compiti, rispettare le scadenze, e così via. Punto a migliorarmi a tutto tondo. Quali sono le tue aspettative e progetti per il futuro? Non me lo sarei aspettato, ma posso dire che questo ambito lavorativo mi sta piacendo e quindi vorrei continuare ad apprendere e a perfezionare le mie competenze. Mi sto trovando molto bene nell’azienda in cui sto svolgendo lo stage e mi piacerebbe mantenere la continuità lavorativa anche dopo la conclusione del tirocinio. Vuoi aggiungere altro circa la tua esperienza? Sì, sono molto grato a ENAC Veneto per avermi introdotto nel mondo dell’amministrativo contabile nel migliore dei modi e perché mi segue tuttora durante il tirocinio. Dopo un periodo di incognite e dubbi sul mio futuro, finalmente ho trovato una strada da percorrere e sono stato preparato molto bene per muovere i primi passi nel mondo del lavoro.
Non c'è nulla che ci renda più soddisfatti del lavoro che facciamo ogni giorno che leggere parole di ringraziamento come quelle di Leandro. Sapere di essere riusciti a trasmettere competenze e conoscenze fondamentali per affrontare al meglio una prova come quella dello stage e sapere di averlo fatto bene anche con chi, come Leandro, arrivava con un bagaglio di conoscenze del tutto differente rispetto al corso frequentato, ci rende felici e ci motiva a fare sempre di più e sempre meglio! A Leandro facciamo i nostri migliori auguri per un futuro professionale ricco di soddisfazioni.   Treviso, 03/11/2020